GIOCATTOLI CONTRAFFATTI: COME RICONOSCERLI

GIOCATTOLI CONTRAFFATTI: COME RICONOSCERLI

Si sa, tutti hanno il desiderio di sentirsi un po’ bambini, ogni tanto: per rivivere quella sensazione di spensieratezza e di allegria, mista a quella sana curiosità che spinge i più piccoli ad appassionarsi alle cose più semplici e a fare scoperte sempre nuove.

Noi di SLC non ci siamo fatte sfuggire l’occasione di tornare bambine per un giorno e, come l’anno scorso e gli anni precedenti, abbiamo partecipato a G! come Giocare, la fiera che si svolge a FieraMilanoCity dedicata al divertente e coloratissimo mondo dei giocattoli.

Oltre ad esserci letteralmente “sporcate le mani” con le tempere, ad aver spedito la lettera a Babbo Natale e ad aver assistito alla festosa sfilata dei personaggi più amati dei cartoons, abbiamo anche avuto modo di confrontarci con i colleghi presenti in loco sui temi che coinvolgono il mondo dell’infanzia in generale e più nello specifico il commercio di giocattoli.

Ci occupiamo frequentemente di tutela del consumatore, è un ambito che ci sta molto a cuore: il consumatore si trova in una posizione che, per definizione, è più debole rispetto a quella delle grandi aziende con le quali si interfaccia. È bene pertanto che acquisisca una maggiore consapevolezza dei propri diritti e degli strumenti di cui dispone per tutelarli.

Quando si ha a che fare con i bambini, il tema è ancor più delicato. Come vi abbiamo già spiegato nel nostro articolo dedicato, il problema della contraffazione dei giocattoli sembra inarginabile e le forze dell’ordine periodicamente sequestrano enormi quantità di giocattoliprodotti in modo non conforme alle normative europee e dunque potenzialmente dannosi per i più piccoli.

Il principale problema dell’acquisto di prodotti contraffatti è che nella maggior parte dei casi vengono utilizzati materiali scadenti, di bassa qualità, spesso tossici o poco resistenti, con il rischio che si rompano e piccole parti vengano ingerite o aspirate dal bambino.

Come si può fare per capire se un giocattolo è originale o contraffatto?

Innanzitutto bisogna fare attenzione al prezzo: se il prodotto è venduto ad un prezzo nettamente inferiore al prezzo di mercato, probabilmente si tratta di un falso.

Altro indicatore è il packaging: se la confezione è grossolana, o addirittura assente (cellpohane, carta velina…) è evidente che si tratta di una riproduzione degli originali.

Inoltre, bisogna far caso alla presenza o meno delle istruzioni all’interno della scatola, delle indicazioni relative al limite di età per l’utilizzo del giocattolo e, ultimo ma non per importanza, alla presenza del marchio CE (fate attenzione: molto spesso lo stesso marchio CE è contraffatto! Qui vi abbiamo spiegato come riconoscere quello autentico).

Ad ogni modo, non dimentichiamo che la contraffazione è un reato e che è legalmente perseguibile: nello scorso articolo vi abbiamo spiegato nel dettaglio quali sono le pene che il nostro ordinamento prevede a carico di chi si rende responsabile di contraffazione.

Nel caso in cui l’acquirente creda ragionevolmente di aver acquistato un falso, può rivolgersi alla Direzione Generale per la Lotta alla Contraffazione, chiamando il numero verde 06 47055800, ma anche all’Agenzia delle Dogane o alla Guardia di Finanza.

Ti è piaciuto questo articolo? Lasciaci un commento!

Potrebbe interessarti anche:

Il diritto di ripensamento per gli acquisti a distanza

Perché è importante registrare il proprio marchio

The following two tabs change content below.
Avv. Laura Citroni
L’Avv. Citroni assiste da sempre società e gruppi societari fornendo assistenza anche nel “day to day business”. Interessata al diritto di famiglia e dei minori, nel 2014 ha pubblicato l'e-book "Questioni di Famiglia". Attualmente, oltre a pubblicare articoli sul Blog dello Studio, collabora in modo attivo con vari siti web dedicati, rivolgendo attenzione sia alle famiglie, che ai consumatori.
Condividi su:
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento